Pino Spagnolo: biografia

Pino Spagnolo nasce il 19 Luglio 1948 a Carmiano, nella provincia di Lecce.
Fin dalla tenera età mostra uno spiccato interesse per il disegno, la modellistica, l'esplorazione di forme, colori : interessi che tutt'oggi nutrono la sua professione e la sua passione per l'architettura e il design a trecentosessanta gradi.

Raggiunta la maggiore età, si trasferisce a Torino dove nel 1966 inizia a collaborare con studi di grafica e design e con importanti agenzie pubblicitarie.
Parallelamente frequenta il Politecnico di Torino, e dopo il conseguimento del Diploma universitario in Scienze e Arti Grafiche, nel 1974 consegue la Laurea in Architettura presso il medesimo Ateneo. Nello stesso anno fonda il Sigmastudio, spinto dall'interesse verso l'ideazione e lo sviluppo di prodotti innovativi al passo con l'evoluzione tecnologica e i sempre crescenti standard di ergonomia, estetica ed economia richiesti dal mercato.

Nel 1978 Sigmastudio cresce e diventa Sigmadesign: uno studio in grado di seguire i propri clienti in ogni fase di realizzazione del prodotto: ideazione, progettazione, ingegnerizzazione, lavorazione e promozione sul mercato. La sfida, che è allo stesso tempo professionale, commerciale e culturale, è precisamente quella di seguire con appassionata dedizione tutte le fasi e i processi dell'Industrial Design per offrire al cliente un prodotto completo, dall'idea iniziale al packaging che lo confeziona.

Da questa lunga esperienza, costellata di tanti successi, nasce nel 1990 Pino Spagnolo Design, che è oggi uno studio prestigioso e una realtà affermata che, perseguendo la filosofia della cura del prodotto in ogni fase, può fornire ai propri clienti un servizio di eccellenza che segue passo passo ogni tappa del delicato processo produttivo, compresa quella della prototipazione e della costruzione di stampi per ogni tipo di materiale. E' proprio nella manualità che può esercitare nelle modellerie e nei laboratori tecnici, nella creatività mai astratta ma giocata matericamente, che emerge la passione e il talento di Pino Spagnolo per gli oggetti e le loro forme, la materia e la sua sensorialità.

Gli interessi di Pino Spagnolo spaziano nelle più ampie direzioni: dal design automobilistico alla nautica, all'oggettistica, all'arredamento, all'architettura di interni ed esterni. Creazioni molto diverse, ma sempre accomunate da una ricerca stilistica che premia le linee sobrie e arrotondate, la matericità semplice ed elegante, l'attenzione per il dettaglio ergonomico. Queste sono le ragioni che portano aziende come Meliconi, Biesse, Lagostina, Zepter, Simac, Bialetti, Electrolux, parmigiano Reggiano, Imetec, Lavorwash, Givi, Faema, Polti, Ariete, Inoxpran, Bimar, Imperia, BabyLiss, Cuisinart, Conair, Saeco, Alfamarine, Pircher Garden e molti altri a scegliere il design firmato Pino Spagnolo.
Alcune sue creazioni sono esposte presso il MoMa di New York e presso il Victoria and Albert Museum di Londra; e numerosi sono i riconoscimenti nazionali e internazionali ottenuti da Pino Spagnolo e da tutto il suo gruppo di lavoro.


La filosofia e lo stile Spagnolo Design

La filosofia che nutre ogni progetto targato Spagnolo Design è il frutto di una lunga esperienza trascorsa a contatto con matite e fogli di carta, pennarelli e prototipi, materiali antichi e moderni da forgiare creativamente come legno, acciaio, resine naturali e sintetiche, leghe, fibre, poliammidi di ultima generazione.
Ogni progetto e ogni oggetto non si esauriscono in una semplice esperienza visiva, ma necessitano di una sperimentazione tattile e sensoriale, oltre che funzionale. In questo senso il design è pensato e interpretato come una sintesi armoniosa di estetica, tecnologia, funzionalità ed ergonomia. Senza mai dimenticare lo slancio creativo, che rappresenta la strada maestra attraverso la quale scorrono concetti, idee e necessità: è così che nascono “i nuovi concetti da costruire”.

Avvalendosi di competenze maturate nel corso di una lunga professionalità e di una frequentazione quotidiana con il lavoro manuale di modellazione e prototipazione, il risultato finale non potrà che connotarsi come ricco: ricco di cultura, ricco di significati, ricco di emozioni. Questa è la dimensione Spagnolo Design, sempre legata da un rapporto affettivo privilegiato con l'oggetto da realizzare poiché anzitutto esperito come prodotto originale della propria mente e delle proprie mani.
Dal tratto iniziale a matita, che è la scintilla creativa, fino al prototipo tridimensionale in scala o a grandezza naturale e al packaging finale, si attraversano e si alternano momenti di studio e momenti di sperimentazione finalizzati a coniugare le esigenze estetiche con le soluzioni tecnologicamente più avanzate. Questi sono i presupposti che permettono di amalgamare la qualità, con la bellezza, ma anche con la fattibilità e la (ri)producibilità, vincoli imprescindibili per la produzione commerciale su larga scala. L'obiettivo è quindi duplice: fare industrial design significa conoscere e far proprie le esigenze delle aziende committenti, che richiedono un design attento, curato e dai costi di produzione ragionevolmente contenuti, e nello stesso tempo significa cercare di immedesimarsi nei desideri e nelle aspettative dell'utente ultimo, il fruitore: l'unico soggetto che davvero può premiare le scelte progettuali di un designer.

Unendo cultura e impegno, passione e dedizione, concettualità e manualità, mission e vision, Spagnolo Design gioca una sfida multipla: quella commerciale e quella culturale, quella tecnica e quella formale, rendendo il design un fattore di ricercatezza meditata, ma che possa essere utilizzato e vissuto appieno nei contesti della quotidianità, accompagnando le nostre attività e le nostre giornate.

Pensiamo ad esempio a quanto il design industriale, in particolare quello dei prodotti a uso domestico da sempre cavalli di battaglia di Spagnolo Design, acquisisca sempre maggior rilevanza nell'ottica di un'integrazione armoniosa dell'elettrodomestico con il setting circostante. Oggi il consumatore non cerca e non vuole più un apparecchio tecnologico che sia soltanto pratico, funzionale e funzionante: vuole anche qualcosa di bello e decorativo. Ciò vuol dire che il designer deve pensare all'elettrodomestico come ad un utensile che può fungere da vero complemento d'arredo.

Allora quali peculiarità possono portare al successo un oggetto che si muove in un mercato in cui i prodotti spesso si equivalgono dal punto di vista tecnico e prestazionale? Cosa può caratterizzare, ad esempio, un telecomando tra i tanti già esistenti, o una caffettiera da un'altra? Il valore aggiunto di un oggetto é dato precisamente dall'opera del designer, dal suo personale stile e dalla sua scelta di materiali, forme e colori. Da anni la risposta di Pino Spagnolo alla saturazione di mercato è quella di conferire all'oggetto una personalità che vada oltre la tecnica, un'impronta stilistica che sappia esaltare il prodotto per renderlo sempre immediatamente riconoscibile.
Nel suo caso, si tratta di uno stile inconfondibile: sinuoso e minimale, coniuga semplicità ed eleganza accendendosi d'una concettualità luminosa e senza tempo, di rara purezza.




2015 ® Plexilab - Pino Spagnolo Design
All rights reserved
PLEXILAB S.R.L. C.F. e P.I. 03197590981
Via Val del Caffaro, 7, 25100 Brescia, Italy
Tel. +39 030 3229117 Fax +39 030 3229127 plexilab@gmail.com